Cos’è il DNS Dinamico e a cosa serve

Cos'è il DNS Dinamico e a cosa serve

Il DNS Dinamico o DDNS (in inglese Dynamic DNS) è un servizio che consente di associare un nome DNS sempre allo stesso indirizzo IP pubblico di un host.
Per capire cos’è il DNS dinamico nella prima parte della guida descriveremo come avviene la comunicazione in rete e cos’è il DNS mentre nella seconda parte della guida spiegheremo come funziona e a cosa serve il DDNS.

Come avviene la comunicazione in Internet

I dispositivi di una LAN (Local Area Network) comunicano grazie al router a cui si collegano mediante → l’indirizzo IP privato. Ogni host, cioè dispositivo connesso alla rete locale (computer, smartphone, tablet, smart TV e console), utilizza un indirizzo IP privato che può essere impostato in modo manuale oppure assegnato dal router attraverso il protocollo DHCP.Se un dispositivo della LAN vuole collegarsi a Internet non può però farlo utilizzando un indirizzo IP privato ma deve necessariamente utilizzare un → indirizzo IP pubblico. L’IP pubblico viene assegnato al modem router dall’ISP (Internet Service Provider), il fornitore di servizi Internet utilizzato.
Quindi se vogliamo navigare in Internet dobbiamo collegarci al modem router con un IP privato e utilizzare l’IP pubblico del modem/router come nodo di trasmissione tra noi e il World Wide Web.

[quads id=1]

In base al tipo di servizio fornito dall’ISP il modem/router può disporre di un IP pubblico dinamico oppure di un IP pubblico statico.
L’IP pubblico dinamico nella maggior parte dei casi varia ogni volta che ci colleghiamo a Internet e viene utilizzato prevalentemente per l’utenza domestica.
L’IP pubblico statico invece non cambia mai e viene utilizzato quasi sempre in ambito aziendale.
L’indirizzo IP pubblico è univoco. Questo significa che ogni host e quindi anche ogni modem/router connesso a Internet deve possedere un proprio indirizzo IP pubblico diverso da quello di qualsiasi altro host collegato al World Wide Web. Per tutta la durata della connessione, in tutto il mondo non esisterà un altro host con un IP pubblico uguale.

Cos’è il Domain Name System?

Prima di spiegare cos’è il DNS Dinamico spieghiamo cos’è il DNS.
Il DNS (acronimo di Domain Name System) o Sistema dei Nomi di Dominio è un sistema utilizzato per convertire il nome di un host collegato a Internet in indirizzo IP.
Ogni sito Internet dispone di un indirizzo IP pubblico ma anche di un indirizzo descrittivo chiamato URL (Uniform Resource Locator). L’indirizzo IP di questo sito è un codice numerico, ad esempio 172.16.254.1, mentre l’indirizzo URL è www.memexcomputer.it.
Se vogliamo visitare un sito web possiamo digitare nel web browser (Chrome, Edge, Firefox) l’indirizzo URL oppure l’indirizzo IP. Tuttavia l’indirizzo IP non viene quasi mai utilizzato. Si usa l’URL perché ha la caratteristica di essere più facilmente riconoscibile e memorizzabile. È più semplice ricordare una parola o una sequenza di parole che una serie di numeri casuali.

A cosa serve il DNS Dinamico
[quads id=1]

Il collegamento a un host e quindi anche al server che ospita il sito web però deve essere effettuato utilizzando l’indirizzo IP pubblico. I computer comunicano con l’IP e non con l’URL. Ed è qui che interviene il DNS. Il DNS converte l’URL in indirizzo IP.
Quando digitiamo www.memexcomputer.it nel web browser viene inviata una richiesta a un server DNS. Il server DNS converte l’URL del sito web in indirizzo IP pubblico consentendo al computer che ha effettuato la richiesta di trovare e raggiungere il server web che ospita il sito in questione.

Cos’è il DNS Dinamico?

Dopo aver descritto come avviene la comunicazione in rete e a cosa serve il DNS possiamo spiegare come funziona il DNS Dinamico.
Nella maggior parte dei casi gli URL vengono sempre associati allo stesso indirizzo IP. A sua volta l’indirizzo IP viene sempre assegnato all’host utilizzato come server.
Molti host che utilizzano la connessione dial-up, la connessione tra computer che avviene mediante l’utilizzo di modem, ricevono invece un indirizzo IP pubblico diverso. Questi host, compresi i modem/router, possono essere raggiunti in Internet soltanto se conosciamo il rispettivo indirizzo IP pubblico. Ad esempio se vogliamo utilizzare la connessione remota di Windows dobbiamo conoscere l’IP pubblico del router. In caso contrario non sarà possibile amministrare il PC da remoto.
Ed è qui che entra in gioco il DNS Dinamico. Il sistema dei nomi di dominio può essere utilizzato nelle connessioni dial-up proprio grazie al DDNS che consente di registrare un nome corrispondente all’indirizzo IP dinamico assegnato al host dall’ISP per renderlo sempre raggiungibile.

Come funziona il DNS Dinamico?

Ma vediamo come funziona il DNS Dinamico con un esempio.
Ipotizziamo di essere nell’ufficio di un amico e di volerci collegare al PC di casa utilizzando la → connessione desktop remoto di Windows. Il modem/router di casa ha un indirizzo IP pubblico dinamico, quindi variabile.
Se vogliamo collegarci al PC di casa dall’ufficio del nostro amico (quindi da una rete locale diversa) dobbiamo collegarci prima di tutto al nostro modem/router. Per effettuare il collegamento dobbiamo conoscerne l’IP pubblico del modem. Ma se l’IP pubblico è dinamico non abbiamo modo di sapere quale sia.
La soluzione al problema si chiama DNS Dinamico.

[quads id=1]

Il DNS Dinamico può assegnare all’indirizzo IP pubblico del nostro modem/router un nome DNS che rimane sempre invariato. In questo modo potremo identificare e raggiungere il dispositivo utilizzando il nome host registrato invece dell’indirizzo IP pubblico.
La connessione al PC di casa infine sarà resa possibile grazie al port forwarding o port mapping, l’operazione che consente di instradare la connessione che arriva dall’esterno fino al dispositivo della rete LAN utilizzando una specifica porta.

Servizi DNS Dinamico

Per concludere la guida sul DNS Dinamico ricordiamo che nel web esistono molti siti Internet in grado di offrire un servizio DDNS, sia gratuiti che a pagamento. Tra i servizi a pagamento uno dei più noti è DynDNS mentre tra quelli che possiamo anche utilizzare con un account gratuiti troviamo No-IP.
Inoltre molti modem router integrano un servizio di DNS Dinamico proprietario come ad esempio quello offerto da ASUS, D-Link o NETGEAR.

[quads id=2]
Articolo precedenteCos’è un file Zip
Articolo successivoCome interrompere la condivisione di una cartella di Windows 11